Il Consorzio | Storia | dal 1900 ad oggi  

 1900-
oggi








La storia del Consorzio
Verso la fine del 19°secolo la viticoltura altoatesina dovette affrontare una situazione davvero difficile.


Un contesto commerciale sfavorevole, dazi d’importazione elevati, tasse di esportazione particolarmente alte e soprattutto una concorrenza sempre più forte fecero crollare i prezzi dell’uva. Queste difficoltà economiche e l’incertezza di riuscire a vendere la propria uva a cantine private erano i motivi principali per la fondazione delle cooperative.

Già nel 1900 7 cooperative altoatesine avevano tentato attraverso l’autopromozione di ottenere prezzi ragionevoli per il vino prodotto dai propri soci. L’impresa fu però coronata da scarso successo a causa della forte concorrenza da parte dei numerosi venditori privati. Nell’intenzione di difendere e promuovere con maggior successo i propri interessi, l’11 dicembre del 1900 le 7 cooperative decisero di fondare il Consorzio delle Cantine Produttori Altoatesine. Accanto alla tutela collettiva dei propri interessi, gli obiettivi del Consorzio riguardavano soprattutto la promozione delle vendite e la valorizzazione dell’immagine delle singole cooperative.

Solidarietà e cooperazione, i valori fondamentali dello spirito consorziale, ci hanno consentito di superare momenti anche difficili nel corso di oltre 100 anni. Con il passare del tempo, le singole cooperative si sono trasformate in cantine moderne e all’avanguardia che hanno contribuito in maniera decisiva allo sviluppo positivo dell’economia vitivinicola in Alto Adige.

Di pari passo si è evoluto anche lo spettro di funzioni del Consorzio. Le attività di promozione sono ormai gestite quasi esclusivamente dalle singole cantine, mentre il Consorzio si occupa con maggiore attenzione della consulenza legale, della difesa degli interessi comuni e della creazione d’immagine.